Il punto

Torna la pompa di gasolio al porto, i civici di Insieme: gestione in house scelta strategica

Il gruppo consiliare di maggioranza “Insieme” intende esprime grande soddisfazione per la scelta strategica dell’Amministrazione Vesprini di affidare la gestione del rifornimento di carburante del porto e dei servizi portuali connessi alla società partecipata del Comune. Gli utili derivanti dalla gestione dell’impianto di erogazione del carburante, che rientra nel patrimonio dei cittadini sangiorgesi, saranno cosi reinvestiti per la comunità.

Comprendiamo e ci scusiamo per i disagi subiti dagli operatori della pesca nell’anno di interruzione del servizio, tuttavia è doveroso precisare che tale sospensione si è resa necessaria per sanare le criticità che questa amministrazione si è trovata ad affrontare al momento dell’insediamento.

Come per molte altre questioni legate al settore patrimonio anche per il rifornimento di carburante del porto sono state rilevate diverse irregolarità. Si sono dovuti recuperare tutti canoni della precedente gestione, circa 30.000 euro, a testimonianza di un impegno concreto per la tutela del patrimonio pubblico.

Al momento della riconsegna dell’impianto, poi, ci si è trovati di fronte ad altre due problematiche. Da un lato i lavori di miglioria previsti dal contratto che l’Ente non aveva mai ripreso in consegna e non vi era nessun collaudo. Dall’altro, durante la visita di ispezione triennale dell’impianto, nell’anno 2020, la commissione aveva sollevato problematiche e dubbi che non hanno mai ricevuto adeguati riscontri o soluzioni. Per questo importante risultato dobbiamo ringraziare in primis l’assessore al Porto e al Patrimonio Fabio Senzacqua il quale, insieme agli uffici e al dirigente del settore, ha lavorato con impegno per raggiungere questo risultato.

La decisione di affidare il servizio alla SGDS dimostra una visione lungimirante e responsabile. Una scelta importante, soprattutto considerando che in passato troppi sono stati i servizi a rimessa dati in gestione alla società partecipata che hanno generato, negli anni, una situazione debitoria sempre maggiore.

L’affidamento in house è stato deciso dopo un’attenta valutazione, basata sul PEF (Piano Economico Finanziario) degli anni passati, che ha evidenziato un potenziale utile di circa 50.000 euro per la SGDS. La gestione, inoltre, non prevede ulteriori assunzioni in quanto il servizio verrà svolto dagli attuali dipendenti della partecipata. Questa scelta segue la precisa volontà ed intenzione di questa Amministrazione che è quella di restituire un bene pubblico ai propri cittadini facendo in modo che gli introiti derivati dal patrimonio vengano reinvestiti in favore della città.

Il gruppo consiliare “Insieme” è certo che l’affidamento in house di questi servizi portuali rappresenti un punto di svolta per la nostra società partecipata e per l’intero sistema portuale di Porto San Giorgio. Continueremo a seguire con attenzione l’evolversi della situazione e a sostenere l’amministrazione Vesprini nel suo impegno per il bene della nostra città e della sua comunità.

Potrebbe anche interessarti

Il punto

Fibrillazioni in casa Forza Italia, chieste le dimissioni all’assessore Petracci

Direttivo infuocato in casa Forza Italia che ha messo  sotto accusa il proprio assessore Alessandra Petracci. “Non incide nell’economia di
Il punto

“Non c’è nessuna questione Petracci”, il sindaco respinge il dai e vai lanciato da Forza Italia

“Non c’è nessuna questione Alessandra Petracci”. È sibillino sull’argomento il sindaco Valerio Vesprini: l’assessore al bilancio non si tocca e