Il punto

Se c’è chi spaccia, c’è chi consuma

In questi giorni abbiamo letto tanto intorno al fatto di cronaca di 8 giorni fa e all’escalation di fatti di microcriminalità. Comitati di ordine e sicurezza a più non posso ma nessuno che ha posto l’accento sul perchè. Perchè questi giovani di origine marocchina, tunisina e via dicendo rubano, picchiano e spacciano? Perchè questo trend, non solo sangiorgese va sottolineato, sta dilagando? La risposta che le istituzioni stanno raggirando è molto semplice: costoro non hanno da vivere, non hanno una famiglia, non hanno una cultura per integrarsi. Giá perchè quando si arriva a a dare pugni e calci a perdifiato ad un coetaneo vuol dire che per questi la vita non ha valore.

I servizi sociali comunali e territoriali dove sono? Può bastare una serata in musica per riempirsi la bocca con l’educativa di strada? Sappiamo tutti quali sono i locali e le case di ritrovo in città ma nessun operatore socio assistenziale ha il coraggio di presenziare quei luoghi e magari recuperare qualche giovanotto (ecco il deterrente non l’ordinanza per vetro o lattine dopo le 22). Più facile mettere un faro della luce sul lungomare per chi amministra piuttosto che aiutare giovani dissociati dal contesto di vita…

La paura e la prevaricazione dei ruoli ha spinto delle mamme a costituire un comitato per fare cosa non si sa bene, probabilmente dormire tranquille dimenticando che loro, da figlie, se lo sognavano di andare a Civitanova a ballare o stare in giro fino a tarda notte a bere. Già perché inutile nascondersi dietro un dito: se gli chalet stanno aperti fino alle 3 o 4 del mattino è perchè qualcuno consuma e se il sabato sera ci sono magrebini che sparano per contendersi lo spaccio é perché qualche figlio fa uso di sostanze.
Ma questo fa comodo non dirlo in nome della sicurezza

Potrebbe anche interessarti

Il punto

Fibrillazioni in casa Forza Italia, chieste le dimissioni all’assessore Petracci

Direttivo infuocato in casa Forza Italia che ha messo  sotto accusa il proprio assessore Alessandra Petracci. “Non incide nell’economia di
Il punto

“Non c’è nessuna questione Petracci”, il sindaco respinge il dai e vai lanciato da Forza Italia

“Non c’è nessuna questione Alessandra Petracci”. È sibillino sull’argomento il sindaco Valerio Vesprini: l’assessore al bilancio non si tocca e