Dentro la città In evidenza

Pro Loco in festa 2024: tre giorni di tradizioni e storie di qualità. Tornano i fuochi musicali

Ventiduesima edizione per Pro Loco in Festa in programma da venerdì 5 a domenica 7 luglio quando si chiuderà con lo spettacolo pirotecnico musicale. Tre giorni di cibo,  cultura e tradizioni che coinvolge quest’anno 8 Regioni d’Italia e due delegazioni straniere per un totale di 31 stand tra promozione e degustazioni.

“Ci tengo a Pro Loco in festa – spiega in apertura di conferenza stampa di presentazione dell’evento il sindaco Valerio Vesprini – perché ha ricevuto il riconoscimento di Sagra di Qualità. Un premio a chi si è impegnato negli anni: da Gianfranco Coleffi, pioniere di questo format unico, all’oggi Giorgia Squarcia. Non è una festa scontata come spesso si sente dire: per costi e organizzazione è divenuta di caratura nazionale,  un lustro per la città ed è la porta sull’estate sangiorgese con le sue 25/30 mila presenze. Questa festa va anche ad omaggiare le Pro Loco braccio armato dei paesi perchè vanno a omaggiare  storicità culinaria e culturale di ogni territorio”.

Stand gastronomici ma anche intrattenimento. Venerdì 5 al pomeriggio ore 16.30 convegno su Pro Loco e tradizioni mentre in serata la novità “Finalmente Tu” il Karaoke alla Fiorello di Oriano the Voice, sabato 6 Contromano live band mentre domenica 7 sfilata dei cortei storici, animazione con Ciquibum, Rio Folk Band e a chiudere il ritorno dei fuochi pirici musicali.

Per il Presidente Provinciale Unpli Quinto Sagripanti  il riconoscimento si è concretizzato grazie a Unpli Marche: “solo tre manifestazioni hanno questo riconoscimento. Quest’anno siamo a 31 delegazioni: 15 provinciali, 8 da fuori regione di cui 2 dall’Ungheria. 5 sono i comitati Unpli presenti, di cui 3 solo come promozione. In totale saranno rappresentate 8 Regioni. Il nostro obiettivo per i prossimi anni è quello di arrivare a rappresentare tutta Italia “.

Conferenza stampa di presentazione

Al vernissage presente il n.1 dell’Unpli Marche Marco Silla. “Evento che sento – ha precisato il Presidente Marco Silla – quest’anno è appuntamento di punta nella tessera del socio. Purtroppo passaggi difficili con rinnovi delle assemblee hanno allungato i tempi dell’organizzazione ma ci siamo con un impegno che coinvolge anche la Regione. Una manifestazione unica a livello nazionale per attività e valorizzazione dei prodotti tipici. Il format è sempre quello perché è questa la tradizione. Nelle fiere abbiamo riscontrato molta curiosità e interesse verso il nostro evento che ritroveremo nella 3 giorni. Nel futuro dobbiamo lavorare di più sulla promozione”.

Alla conferenza presente il Presidente sangiorgese Giorgia Squarcia con il vice Vittorio Quondametteo. “Lo scorso anno appena arrivati abbiamo fatto qualche errore,  mentre quest’anno siamo riusciti a fare squadra insieme alla don Bosco e all’associazione dei vongolari. Porteremo spaghetti de li marinà, calamari e alici fritti, oltre al guazzetto di vongole. In più saranno ospiti nel nostro spazio la città gemella Nymburk con la birra e l’altra azienda di tradizione nostrana Gin Garby. Tanti volontari e tanto entusiasmo”.

Per l’assessore al turismo Giampiero Marcattili “Pro Loco in Festa è l evento: storicità, tradizione e innovazione. Prima circoscritta ora è ad ampio raggio. I disagi per la cittadinanza va sopportato perché porta presenze e indotto al commercio. Guardiamo spesso agli altri, alle altre realtà ma non ci accorgiamo che noi il grande evento c’è l abbiamo”.

Potrebbe anche interessarti

In evidenza Today

Minorenne e senza fissa dimora fermato alla stazione dalla Polizia: affidato ai servizi sociali

È stato affidato ai servizi sociali del Comune e messo in un centro per minori il 16enne senza fissa dimora
Comune
Attualità In evidenza

Asfalto, ciclabile e arredo verde: corsa contro il tempo per aprire il lungomare sabato

C’è chi sta sistemando le piantine nelle aiuole, chi sta piantando la siepe che separerà la corsia carrabile dall’area ciclo